• HURZ MATREEIS
  • Fiamma di Matreeis

LA FIAMMA DI MAATREÍS

Su modello del Fuoco Sacro e perpetuo che in antichità ardeva come un faro spirituale nei Templi della Dea e su ispirazione delle numerose Fiamme che oggi si stanno riaccendendo nel mondo, espressione della Luce della Grande Madre che ritorna, il 30 settembre 2018 si è svolta la Cerimonia di accensione della Fiamma di Maatreís, nome osco che identifica la Grande Madre Una Multiforme.

La Fiamma, la cui energia si irradia dal nucleo del Kaíla (Tempio) e dell’Húrz (Recinto sacro) e dal cuore di chi ne è Custode, è espressione di un sogno condiviso, di un desiderio dell’Anima e di un impegno verso la Dea e la Comunità ad operare attivamente per la manifestazione del cambiamento, per la co-creazione di un nuovo paradigma della realtà, più sano ed equilibrato. Custodire la Fiamma è un atto di profonda devozione, rispetto e servizio verso la Dea, la Vita, i suoi cicli, la Terra e la Creazione tutta. La Fiamma di Maatreís è un Fuoco di magia, trasformazione, spiritualità, consapevolezza, conoscenza, saggezza e ispirazione. La sua Luce irradia l’amore e l’energia alchemica e nutriente della Grande Madre dalla Terra del Safinim nel mondo, portando consolazione, guarigione, guida e sostegno a quanti sono nell’oscurità dell’anima e nella sofferenza del corpo.

La Fiamma di Maatreís è stata accesa con i legni sacri e le erbe profumate della nostra Terra, alimentato dalle energie di chi era presente e dai pensieri di benedizione, amore e sostegno di tutte e tutti coloro che erano in connessione con noi in quel momento. Essa contiene il Fuoco scintillante delle Dee del Safinim, l’energia pulsante del Drago che possiamo sentire scorrere nelle vene sotterranee, il Fuoco del Sole e delle Stelle che baciano la nostra Terra, il Fuoco esplosivo del vulcano e quello dolce, accogliente e nutriente del focolare, il Fuoco dell’arte poetica, curativa, creativa e trasformativa che da sempre infiamma i cuori, le mani e le menti delle genti di questi luoghi, il Fuoco tenace, impetuoso, determinato e combattivo dei nostri Avi e delle nostre Ave che è impresso nel nostro DNA, il Fuoco della gioia e della passione che muove il corpo in danze frenetiche e fa battere le mani sui tamburi vibranti, l’energia vitale e feconda della nostra Terra e l’amore immenso per i suoi doni e il Fuoco della volontà, del sudore, del sorriso e del lavoro di chi coltiva da sempre campi immensi, di chi guida le greggi lungo i tratturi della transumanza e condivide con entusiasmo, mantenendo braccia e cuore spalancati anche nelle difficoltà.

Come segno di comunità, connessione, condivisione, sostegno, unità e alleanza sono state aggiunte alla Fiamma di Maatreís:

 

  • La Fiamma di Avalon del Glastonbury Goddess Temple - UK (che a sua volta comprende altre Fiamme dal mondo http://goddesstemple.co.uk/flame-of-avalon/)

  • La Fiamma di Afrodite del Tempio della Grande Dea di Roma

  • La Fiamma di Diana e Jana del Tempio della Dea di Torino e Sardegna

  • La Fiamma della Grande Madre delle Dolomiti del Tempio della Grande Madre

  • La Fiamma di Brigit di Kildare – Irlanda

  • La Fiamma della Sibilla del Tempio della Sibilla – Marche

  • La Fiamma del Cuore inviataci da Simona Cervelli, meravigliosa artista della Dea

  • La Fiamma di Quercia Bianca – Napoli

  • La Fiamma di Mefitis, accesa durante la celebrazione Calendimaggio, sotto la Luna Piena, su Monte Erbano.

  • Le Fiamme personali degli intenti e delle benedizioni di tutte e tutti coloro che hanno partecipato alla Cerimonia di Accensione.

 

Tante altre ne verranno, perché la Fiamma di Maatreís, come espressione della Dea, è nata per com-prendere e abbracciare, per moltiplicarsi ed espandersi.

 

La Fiamma di Maatreís è perpetua grazie a coloro che scelgono di svolgere il ruolo di custodia.

I/Le Custodi a turni si impegnano a mantenere accesa la Fiamma da tramonto a tramonto. Il compito di veglia richiede responsabilità, perché significa contribuire a mantenere viva e radiante la Luce della Dea nel mondo e dentro di sé, come fosse un flusso di onde continue di energia divina che si espandono dal punto in cui ci troviamo verso l’esterno. Il turno di veglia è un momento di pace, meditazione, comunione, devozione e preghiera.

Non è necessario però entrare nel gruppo dei Custodi della Fiamma per tenerla con sé e contribuire alla sua diffusione. Chiunque può richiedere la Fiamma e accenderla secondo la propria disponibilità e il proprio sentire. Potete accendere la Fiamma in modo sacro, in qualsiasi momento ne sentiate il bisogno: quando avete bisogno di meditare o trovare pace, guarigione, sostegno, coraggio, creatività, aiuto, consolazione, chiarezza e ispirazione; quando volete prendervi un momento per pregare per voi stesse/i o per altri/e. Potete farne un rituale giornaliero, creando per la Fiamma un altare in casa, oppure accenderla una volta a settimana, o in corrispondenza delle fasi lunari e così via. La Fiamma si può rigenerare e mantenere viva semplicemente accendendo un’altra candela prima che si consumi definitivamente la precedenza. Il potere, l’essenza e la memoria della Fiamma si conserva nello stoppino bruciato, così come il fuoco si conserva nella brace. Sentitevi libere/i di trasmettere la Fiamma ad altri/e donando loro candele accese dalla vostra.

 

Possa la Fiamma di Maatreís risvegliare i cuori e tornare nelle coscienze delle sue figlie e figli, illuminando la strada che porta verso casa. Possa la sua luce splendere sempre di più nel mondo!

 

Per entrare a far parte dei Custodi o richiedere semplicemente la Fiamma, contattateci:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il costo è di 12 euro, comprese le spese di spedizione, che saranno aggiunti alla raccolta fondi per la ristrutturazione dello spazio fisico del Kaíla Maatreís.

 

Nota: Le foto dell’evento di accensione della Fiamma di Maatreís sono visibili nella Galleria del sito.

Fondatori

  • Freadior (Freddie)

    Sacerdote di Avalon e Custode delle Matres capuane di Mater Matuta. È tra i fondatori di "Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim"

  • Alma Nimue (Antonella Della Morte)

    Sacerdotessa di Brigit e Mefitis, fondatrice del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • Michela Ottobre

    Strega Janara e Sacerdotessa fondatrice del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • Carlo

    Consigliere del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • 1

Contact Form

Please, enter your name
Please, enter your phone number
Please, enter your e-mail address Mail address is not not valid
Please, enter your message