• HURZ MATREEIS
  • Acque Sacre

LE ACQUE SACRE

L’acqua è fondamentale per la vita su questo pianeta ed è per questo che i nostri antenati la ritenevano sacra, veicolo di emozioni, elemento di connessione, nutriente fluido divino che rendeva fertile la terra, permetteva la pesca e portava guarigione e purificazione, soprattutto se le sorgenti scorrevano in luoghi particolarmente ameni, o se erano sulfuree, perché, avendo origine vulcanica, univano in sé non solo la potenza dell’acqua, ma anche quella del fuoco. L’acqua era considerata anche una via di passaggio verso l’Altromondo, dimensione mitica, sede degli Déi, degli antenati e degli spiriti, attraverso cui era possibile comunicare. Le acque avevano quindi carattere ctonio, soprattutto se associate a cavità della terra, come pozzi, grotte, anfratti o falde sotterranee e spesso, attraverso queste cavità le Sacerdotesse esercitavano le loro capacità profetiche. Non è un caso se le aree sacre, i templi e le chiese venivano costruite vicino a corsi d’acqua, o su sorgenti sotterranee. Come esseri viventi siamo strettamente legati all’acqua, che è Madre amorevole e a volte anche terribile. L’acqua nei nostri corpi è ovunque, anche nelle ossa e nei tessuti, ma la maggior parte di essa si trova nelle cellule, forma i nostri corpi per il 75% (dato variabile in base all’età, alla costituzione e all’alimentazione), più o meno la stessa percentuale dell’acqua presente sul nostro pianeta, e permette la trasmissione delle informazioni e delle sostanze vitali nel corpo umano e nelle cellule, per questo è importantissimo bere acqua pulita e ingerire cibi sani. L’acqua viene considerata da sempre un grande archivio che conserva la memoria del nostro pianeta e secondo alcuni studi avrebbe la capacità di assorbire le emozioni e custodire il ricordo delle sostanze con cui viene in contatto, agirebbe da recettore magnetico e da trasmettitore. Per nove mesi viviamo in un caldo e protetto sacco amniotico di acqua salata. Noi siamo influenzati fortemente dalla Luna e anche dalle vibrazioni musicali perché siamo composti/e in maggioranza di acqua, il nostro corpo conserva memoria e veicola informazioni passate, presenti e anche future, attraverso l’acqua, nelle nostre cellule, nel nostro sangue, in tutti i fluidi che compongono il nostro corpo ed è per questo che noi possiamo agire su noi stessi/e riprogrammando le nostre cellule, il nostro DNA, proprio come facciamo quando lavoriamo magicamente sull’acqua, quando la informatizziamo e la consacriamo, è per questo che la pratica spirituale costante e l’esercizio alla bellezza, alla gratitudine, al rispetto, alla preghiera, l’uso della musica, delle parole e del canto possono sciogliere i blocchi, le emozioni negative e tossiche, possono guarirci, trasformandoci e aiutandoci nell’evoluzione e nell’innalzamento della nostra energia. Il suono è l’inizio della Creazione e influenza fortemente l’acqua che ne è conduttrice, si dice che tutta la vita provenga dal Mare ed è vero. L' Acqua è l'elemento dell'intuizione, della profezia, della fertilità, delle emozioni, della guarigione, del rinnovamento e del nutrimento. E’ anche l’elemento del mutamento, esso infatti, per effetto degli altri elementi varia la sua composizione e densità, cambiando stato, da fluido (acqua e pioggia), a solido (ghiaccio, neve, grandine), a gassoso (vapore, nebbia, nuvole, aria). Esistono poi anche acque infuocate, come quelle vulcaniche. L’acqua scorre sulla superficie, si infiltra nella terra, penetrando nel sottosuolo, assorbendo le energie ctonie, che poi sgorgano attraverso pozzi e sorgenti, evapora fino al cielo, dove assorbe le energie celesti, si ricondensa e ridiscende sotto forma di pioggia nutriente portando alla terra le vibrazioni astrali, è per questo che l’acqua ha valenze celesti, terrestri e infere e i culti delle Dee acquatiche sono così complessi e comprensivi. Per il benessere di un ambiente naturale il ciclo dell’acqua è essenziale, esso lavora in sinergia con gli Alberi, per mantenere il giusto regolamento termico e il giusto grado di umidità dell’aria e del terreno, che viene drenato e reso stabile dalle radici degli alberi. Il risultato del metabolismo idrico degli alberi è una falda freatica equilibrata, senza una foresta in buona salute non può esserci acqua sana. Le molecole d’acqua nella ionosfera assorbono dal Sole e dalle sorgenti cosmiche luce ed energia ad alta frequenza, quando la pioggia cade con moto a spirale sulla terra, l’acqua assorbe ossigeno e altri gas, inoltre si carica elettricamente e magneticamente. Parte di questa forza vitale e parte dei gas passa alle foglie attraverso contatto ed è questo che rende la pioggia vitale per le piante. L’acqua raggiunge il terreno e lo intride rendendolo fertile. L’ossigeno in eccesso nutre la moltitudine di microorganismo che sono importanti per un suolo sano. Discendendo l’acqua si raffredda e iniziano una serie di reazioni chimiche nelle quali l’idrogeno viene separato dall’ossigeno per poi legarsi nuovamente creando acqua “nuova”. Questa non contiene più le informazioni precedenti ed è assolutamente pura. Cominciando a risalire assorbe nuove informazioni e sostanze minerali. L’acqua giovane è sterile, distillata e priva di impurità. Durante la strada assorbe le caratteristiche e le proprietà di qualsiasi cosa con la quale entra in contatto, assorbendo quindi impurità, sali minerali e cattivi odori. Per questo motivo se dovessimo bere costantemente acqua pura essa scioglierebbe ed asporterebbe rapidamente tutta la nostra riserva di minerali e di elementi, debilitandoci e alla lunga uccidendoci. Per questo l’acqua di sorgente è decisamente più sana di quella pompata dalla falda sotterranea prima che raggiunga maturità. Nella fresca luce della foresta, l’acqua inizia il suo lungo ciclo datore di vita, serpeggiando verso le valli, sempre riparata dall’ombre del verde fogliame. Anche nei fiumi ampi gli strati d’acqua più bassa sono protetti dal surriscaldamento degli strati superiori e dai loro movimenti a spirale che diffondono la luce. Finché può l’acqua evita la luce diretta del Sole, che le nuoce, facendosi scudo con la vegetazione. Nata nella culla fresca della foresta l’acqua trasporta le proprie energie vitali, i minerali e gli elementi in altri ambienti fino al mare o all’oceano, dove evaporando forma le nubi perché possa piovere di nuovo ricominciando il ciclo.

L’acqua ci insegna la fluidità, la compassione, l’empatia, l’amore, il perdono, la freschezza, la mutevolezza, l’adattamento, la sensualità, la guarigione e l’intuito. Dall’acqua impariamo a cavalcare le onde delle emozioni e a co-creare con la Dea.

Il Kaíla Maatreís è anche un Tempio dell’Acqua e molta è la nostra attenzione per il benessere e la cura delle acque della nostra amata Terra. Da qualche anno abbiamo raccolto alcune delle acque sacre del Safinim, dell’Italia e del mondo, caricandole con cerimonie e benedizioni. Esse sono uno strumento di guarigione e trasformazione, veicolo della luce, dell’amore e del potere della Dea.

Le Acque Sacre contenute nella miscela sono:

  • Red e White Spring – Glastonbury (UK)

  • Fonte Egeria – Nemi (RM)

  • Sorgente della Valle delle Ferriere (SA)

  • Lago di Telese Terme (BN)

  • Acqua termale di Telese Terme (BN)

  • Sorgenti del Rio Grassano (BN)

  • Sorgente della Madonna del Taburno (BN)

  • St.Brigid’s Well – Liscannor, Contea di Clare (Irlanda)

  • Pozzo di St. Brigida – Kildare (Irlanda)

  • Sorgenti del Riullo – Acerra (CE)

  • Sorgente del Mefito – San Felice a Cancello (CE)

  • Sorgenti rossa e bianca di Pratella (CE)

  • Fiume Lete (CE)

  • Sorgente della Madonna dei Lattani – Roccamonfina (CE)

  • Acque del Gange – India

  • Acqua di Lourdes - Francia

  • Acqua Lustrale del Solstizio d’Inverno

  • Rugiada mattutina del Solstizio d’Estate

  • Guazza di San Giovanni

  • Sorgente del Volturno – Rocchetta al Volturno (IS)

  • Sorgenti del Titerno: Petrosa, Crocella, Acquacalda - Pietraroja (BN)

  • Sorgente del Tempio di Flora – Cerreto Sannita (BN)

  • Sorgente della Leonessa – Cerreto Sannita (BN)

  • Sorgenti di Fontegreca (CE)

  • Sorgente Tre Fontane – Sepino (CB)

  • Sorgenti di Sassinoro (BN)

  • Sorgenti di Triflisco - Bellona (CE)

  • Sorgente del fiume Melfa – Settefrati, località Capodacqua (FR)

  • Torrente Valleantica – Monte Tre Cantoni, Pietraroja (BN)

Potrai richiedere e ricevere a casa una boccettina di Acque Sacre, dalla quale potrai ricavare quanta acqua vorrai, potendola perpetuare in eterno. Le sue alte vibrazioni, saranno trasmesse all'acqua nella quale sarà diluita, permettendoti, anche in questo caso, di poterne usufruire per sempre. Potrà essere utilizzata per energizzate luoghi e oggetti, per benedire, rigenerare e purificare, per le cerimonie di guarigione, come offerta alle acque di laghi, fiumi, torrenti e del mare, accompagnando il gesto con canti e preghiere.

 

Potete richiedere la vostra boccetta di Acque Sacre scrivendo a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il costo è di 12 euro, comprese le spese di spedizione, che saranno aggiunti alla raccolta fondi per la ristrutturazione dello spazio fisico del Kaíla Maatreís.

Fondatori

  • Freadior (Freddie)

    Sacerdote di Avalon e Custode delle Matres capuane di Mater Matuta. È tra i fondatori di "Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim"

  • Alma Nimue (Antonella Della Morte)

    Sacerdotessa di Brigit e Mefitis, fondatrice del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • Michela Ottobre

    Strega Janara e Sacerdotessa fondatrice del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • Carlo

    Consigliere del “Kaíla Maatreís - Il Tempio della Madre del Safinim”

  • 1

Contact Form

Please, enter your name
Please, enter your phone number
Please, enter your e-mail address Mail address is not not valid
Please, enter your message